Si è svolto il 20 settembre c.m. a Roma, presso l’I.C. Fontanile Anagnino diretto dalla DS Angela Sodano,  con ampia partecipazione di dirigenti scolastici e DSGA, un interessante Seminario sul tema “Le relazioni sindacali alla luce dei nuovi istituti previsti dal CCNL del comparto” in collaborazione con l’Ente di Formazione Athena, a cura della struttura regionale di Dirigentiscuola guidata dal DS Antonio Volpe. E’ intervenuta in qualità di esperta la dott.ssa Rita Guadagni, Segretaria regionale Dirigentiscuola  del Piemonte che ha illustrato con numerosi esempi le problematicità del nuovo contratto collettivo del COMPARTO ISTRUZIONE E RICERCA.

Il CCNL COMPARTO ISTRUZIONE E RICERCA,  firmato il 19  aprile  2018, modifica il precedente del 2007, non tanto e non solo sotto l’aspetto economico, ma intervenendo sostanzialmente al ribasso sui temi dell’autonomia, del merito e delle prerogative dirigenziali, riportando la scuola indietro di almeno vent’anni.

Le procedure di concertazione vengono amplificate dall’introduzione di un ulteriore obbligo per il dirigente (la fase del “confronto”), estendendo di fatto le materie di contrattazione a tutte le possibili decisioni all’interno della scuola. Il confronto, che viene definito come “dialogo approfondito”, deve “consentire ai soggetti sindacali di esprimere valutazioni esaustive e di partecipare costruttivamente alla definizione delle misure che l’amministrazione deve adottare”.

“Questo passaggio- ha dichiarato nei giorni scorsi alla stampa il Segretario nazionale Attilio Fratta-  rappresenta una vera e propria limitazione di quelle prerogative dirigenziali in materia di organizzazione degli uffici, stabiliti dal D. Lgs. 165 e mai abrogati; un attacco alla dirigenza scolastica senza precedenti e un arretramento dell’autonomia scolastica sancita dal DPR 275/’99”.

Dunque per la sua tempestività, in assenza di analoghe iniziative di altri sindacati, particolarmente utile è risultato questo momento di riflessione offrendo ai convenuti occasione per confrontarsi e studiare una linea comune. Ai partecipanti è stato fornito materiale di approfondimento ed indicazioni operative sulla redazione del nuovo contratto integrativo d’Istituto.