Il Seg. Generale di DIRIGENTISCUOLA, oltre ad aver inviato un emendamento alla VII Commissione del Senato,  si è anche rivolto alle massime autorità dello Stato.

“E’ tale la gravità della situazione  e l’ingiustizia – aggiunge Attilio Fratta –   che è dovere di tutti interessarsi del problema. Lo Stato non può trattare in questo modo, forse perchè sono appena poco più di 50  e non hanno protettori, persone  che  lo stanno  servendo anche da 12 anni, dirigendo le scuole più difficili e poco appettibili. Peraltro, non essendo stato ancora bandito il nuovo concorso per dirigenti scolastici continueranno a fare i dirigenti a tempo determinato fino alla pensione. Solo tre anni fa erano poco più di 100, ora sono in fase di estinsione! “