Abbiamo deciso di inviare al Ministro Giannini e al D.G. della Lombardia, Dr.ssa Campanelli, una vibrata lettera di protesta e di tutela della categoria, chiedendo la rimozione del sedicente Ispettore previo procedimento disciplinare in modo che il Dr. Bruschi, possa avere la possibilità di difendersi, opportunità non concessa al dirigente condannato dallo stesso a …priori!

Voglio solo augurarmi che tutte le altre OO.SS. rappresentative della categoria si uniscano all’iniziativa facendo sentire la loro voce a tutela dei propri iscritti e dell’intera categoria. 

Al collega CONDANNATO,  comunico ufficialmente la disponibilità della DIRIGENTISCUOLA a tutelarlo e difenderlo in ogni sede”

In allegato la lettera al Ministro Giannini