Apprendiamo, sgomenti, della morte del piccolo Leonardo, il bimbo di cinque anni ricoverato in gravissime condizioni da venerdì scorso all’ospedale Niguarda di Milano, a causa di una fatale caduta nella tromba delle scale dell’Istituto “Pirelli”.

Non è questa la sede per dar spazio ad inutili “j’accuse” che renderebbero tale funesta circostanza banalmente asservita a non voluti secondi fini. Una riflessione, però, ci sia concessa: è opportuno, ora come non mai, prendere coscienza dei rischi che, a vario titolo, incombono quotidianamente su chi vive nella scuola, sia in termini di pericolo per l’incolumità degli alunni e del personale che di connesse responsabilità per chi riveste posizioni apicali. Il nostro appello è rivolto non solo agli organi politici, ma alla società civile tutta: non si può morire a scuola! Ogni altra considerazione, in questo momento doloroso, risulterebbe superflua.

DIRIGENTISCUOLA esprime il suo cordoglio e la sua vicinanza alla famiglia del piccolo Leonardo.