Si è tenuto presso il M.I. l’incontro promosso dal Capo dipartimento per le risorse umane, finanziarie e  strumentali Giovanna Boda.

All’immediata attenzione degli intervenuti il documento del CTS in risposta ai quesiti mossi anche da DIRIGENTISCUOLA in relazione al rientro a settembre. Presente all’incontro  il direttore generale Jacopo Greco, il Ministero della salute e rappresentanti del commissario Arcuri a cui il dl semplificazione ha affidato nuove competenze  per supportare la riapertura delle scuole a settembre.

Nel corso dell’incontro oltre ad una prima analisi  delle indicazioni  contenute nel documento del  CTS, già tempestivamente pubblicato sul nostro sito, sono state date ulteriori informazioni:

  • Tutto il personale docente e non docente all’approssimarsi del 1 settembre verrà sottoposto a test rapidi sierologici su base volontaria. Anche il personale a tempo indeterminato che entrerà in servizio sarà sottoposto alla stessa procedura. I test saranno svolti presso i medici di base.
  • Per gli studenti per il momento sono previsti test a campione ancora meno invasivi (test saliva) nell’ambito della continua sorveglianza sanitaria che sarà attivata, ma sono in corso valutazioni sulla  possibilità di test per tutti gli alunni.
  • Sarà stabilito un protocollo operativo , già alcune indicazioni sono presenti del documento del CTS, nel caso di positività al tampone. Presso ogni ASL sarà presente un servizio a tal fine dedicato.
  • Mascherine, prodotti, banchi, ove necessari, saranno acquistati dalla protezione civile, questo il ruolo del commissario Arcuri, che si coordinerà con gli Enti Locali.
  • È stato ribadito che il CTS dà indicazioni limitatamente  alle misure di contenimento del Covid 19, non potendo intervenire su altre disposizioni di legge che pertanto continuano a dispiegare i loro effetti.

In tal senso  appare evidente la necessità di un provvedimento legislativo generale comunque allo studio.

Nel corso dell’incontro, su precisa richiesta  di DIRIGENTISCUOLA, la dr.ssa Boda si è impegnata ad emanare in tempi brevi una nota chiarificatrice a USR e scuole circa il riparto delle competenze per gli acquisti. In presenza inoltre in questi giorni  di comportamenti davvero difformi degli USR in termini di richieste  ai dirigenti scolastici,  da noi subito segnalati, e che assumono talvolta il carattere di vere e proprie molestie burocratiche, il Capo dipartimento ha preso l’impegno di intervenire, se necessario anche personalmente, per ristabilire la funzionalità di richieste che devono essere tese solo all’obiettivo comune della ripresa delle lezioni a settembre.  Altresì la dr.ssa Boda prendendo atto su nostra segnalazione  della non sempre facile interlocuzione dei dirigenti in questi giorni con gli Enti Locali, a cui pure sono affidate precise responsabilità, si è impegnata a confrontarsi con l’ANCI  e a farlo sedere nei tavoli dei  prossimi incontri. Con forza DIRIGENTISCUOLA ha chiesto che nel protocollo di sicurezza da siglare  siano descritte le tutele per i dirigenti scolastici in relazione ai controlli delle ASL nei territori.

Si procederà pertanto  nei prossimi giorni, nei tempi più stretti possibili, ad attivare confronti sulle varie tematiche tra cui  lavoratori fragili, organici, risorse finanziarie e modalità di spesa, rapporti con le Aziende sanitarie locali e quanto altro DIRIGENTISCUOLA non mancherà di far pervenire alla dr.ssa Boda che ha confermato la consueta attenzione verso i dirigenti scolastici e la  nostra associazione che davvero  li rappresenta.

I tempi sono brevi, DIRIGENTISCUOLA sarà presente nei prossimi giornin in tutti i tavoli di discussione per far sentire la voce dei dirigenti scolastici.