Si è tenuto in data odierna il confronto sull’organico dei dirigenti scolastici tra l’Amministrazione e le OO.SS.  dell’Area Istruzione e Ricerca, convocato dal Direttore generale del personale, dr. Filippo Serra, in seguito alla richiesta di DIRIGENTISCUOLA comunicata in data 16 aprile 2021.

In apertura, il dr.Serra ha precisato che, pur essendo richiesto solo da DIRIGENTISCUOLA,  l’Amministrazione ha  convocato tutte le OO.SS. dell’Area, così come prevede il CCNL.

Alla specifica richiesta se si trattava si un incontro per il confronto o di altro, il Dr. Serra non ha potuto fare a meno di ammettere che si trattava di confronto, contraddicendo ciò che lo stesso aveva precisato con l’anomala convocazione.

Essendo l’incontro  stato richiesto da DIRIGENTISCUOLA, il primo a intervenire è stato il Presidente Fratta che, analizzando il problema, ha invitato il Dr. Serra a desistere dalla sua incomprensibile oltre che illegittima presa di posizione. Duro e dai tratti ironici il suo intervento. Un vero e proprio atto di accusa dell’Amministrazione che non solo DEVE rispettare la norma, ma per prima dovrebbe avere interesse ad assegnare un dirigente a ogni istituzione scolastica.

La Legge di bilancio 2021, che sancisce l’abbassamento della soglia di rilevazione del sottodimensionamento delle istituzioni scolastiche, è una norma speciale che deve essere applicata! Sono previsti circa 530 pensionamenti a cui dovrebbero aggiungersi 371 scuole normodimensionate. In tal modo, si esaurirebbe tutta la graduatoria del concorso per DS del 2017! Pertanto è necessario, anche con urgenza, bandire un nuovo concorso per DS onde evitare l’aumento delle sedi con reggenza, già a partire dal prossimo anno scolastico.

Decisamente incisivo anche l’intervento del Vicepresidente nazionale, dr. Francesco Nuzzaci, una vera e propria lezione di diritto con evidente provocazione circa la durata del contratto che potrebbe essere anche di un solo anno.

Nel corso della riunione è intervenuta la dr.ssa Mottolese, dirigente dell’ufficio secondo della d.g. per il personale scolastico, affermando che l’Amministrazione centrale darà comunicazione agli UU.SS.RR. circa l’utilizzo delle sedi per l’assunzione dei Dirigenti scolastici in modo uniforme in tutte le regioni. Ha inoltre comunicato l’affidamento dell’incarico in Campania di 61 Dirigenti vincitori del Concorso 2011 appena l’USR  avrà verificato i titolo dichiarati.

Pur non avendo chiesto il confronto anche le altre OO.SS., con argomentazioni varie,  hanno chiesto  la messa a disposizione delle 371 sedi normodimensionate in rispetto della norma.

Nonostante l’unanime richiesta di rispettare la legge, il dr. Serra, nella sua replica, ha  ribadendo la ferma intenzione  di non assegnare le 371 nuove sedi autonome, con argomentazioni confuse e, a tratti, ripetitive.  Ha concluso comunicando l’ invio nei prossimi giorni della  bozza di verbale   di chiusura del confronto anticipando che non avrebbe fatto alcun passo indietro, ovvero che non avrebbe rispettato la norma.

Un comportamento assurdo oltre che inconcepibile che la categoria non potrà accettare passivamente e che, ci si augura,  contrasterà con tutte le forze non potendo accettare che 371 sedi autonome, per esplicita previsione normativa, non vengono messe a disposizione per mobilità e nuovi incarichi perché così  ha deciso una singola persona, ovvero il D.G. del personale filippo Serra.

“Ovviamente – precisa il Presidente Fratta – la partita non finisce qui.  Dopo il successivo incontro alle ore 14 con il Ministro  e le confederazioni, l’ ho informato per le vie brevi chiedendogli di intervenire  in modo determinato. A far cambiare idea al Dr. Serra dovrò pensarci anche la categoria  che non potrà accettare passivamente la volatilizzazione di ben 371 incarichi dirigenziali”