Come da convocazione alle ore 15 dell’8/06/2017, si è svolto l’incontro al MIUR per informazione preventiva sull’innovazione digitale.

Presenti per l’amministrazione la Dott.ssa Montesarchio e Dott.ssa Alessandra Augusto; per la DIRIGENTISCUOLA il vice Segretario Generale Gennaro Di Martino e la vice segretaria della Campania nonché segretaria di Salerno, Franca Principe, tristemente nota per la recente vicenda giudiziaria.

Presente anche la delegazione ANP. Grandi assenti tutte le altre OO.SS. del comparto per motivi che non è dato sapere.

La Montesarchio ha informato i presenti della volontà dell’Amministrazione  di acquisire una serie di notizie per poter rendere operativo il PNSD  attraverso un corposo questionario illustrato dalla Dr.ssa  Augusto.

L’intenzione dell’amministrazione era quella di sottoporlo alle scuole a breve e riaverlo compilato entro il 15 Luglio.

DIRIGENTISCUOLA ha fatto notare alla Montesarchio, invitandola a desistere dalla trasmissione del questionario, l’inopportunità, in questo periodo, dell’ennesima molestia burocratica, evidenziando che:

  • E’ un periodo infelice per la concomitanza di altre scadenze (RAV);
  • Già la compilazione del portfolio, prorogato al 30 giugno, è stato ulteriormente prorogato al 30 luglio;
  • I dirigenti sono impegnati con gli scrutini e gli esami di Stato fino al 15 luglio;
  • Gli organici delle segreterie sono carenti e inadeguati; inoltre il 30 giugno saranno dimezzati per scadenza dei contratti a tempo determinato;
  • I dirigenti ed uffici sono impegnati in scadenze importanti come l’organico di fatto;
  • I piani ferie del personale sono già stati strutturati.

Anche l’ANP ha rappresentato e condiviso tutte le perplessità della DIRIGENTISCUOLA.

Le due OO.SS. presenti, infine, hanno invitato la Montesarchio ad evitare questa ulteriore “molestia burocratica” considerando anche lo stato di agitazione della categoria.

L’Amministrazione ha preso atto e si è riservata ogni determinazione al riguardo, invitando i presenti a non diffondere la bozza del questionario consegnato.

Anche di questa ulteriore molestia si parlerà durante l’incontro con la Fedeli il 14. Non è pensabile che mentre si convoca un tavolo tecnico per la semplificazione si continui con ulteriori molestie. Non è parimenti accettabile o pensabile che una direzione generale non si renda conto dei numerosi impegni che incombono sul capo dei dirigenti nei mesi di giugno e luglio e del sacrosanto diritto degli stessi di usufruire delle ferie alle quali hanno già dovuto rinunciare lo scorso anno.