Si è svolto in data odierna un incontro tecnico in videoconferenza con la Ministra della Funzione Pubblica, On. Dadone, come prosecuzione del Tavolo sul lavoro agile tenutosi il 6 agosto u.s.

Tra i partecipanti, il Presidente della DIRIGENTISCUOLA, dr. Attilio Fratta, unico rappresentante dell’Area Istruzione e Ricerca in qualità di Segretario aggiunto della confederazione CODIRP.

Anche in quest’occasione, il dr. Fratta ha portato all’attenzione dei presenti le problematiche della categoria dirigenziale e, nello specifico, ha sollevato la questione dell’emanazione dell’atto d’indirizzo, prodromico rispetto al rinnovo del CCNL.

Già il 19 dicembre u.s., come ricordato, la Ministra Dadone aveva assunto l’impegno di emanare il suddetto atto per la revisione del CCNL e per un’eventuale sessione negoziale separata per questioni più urgenti come quella inerente la mobilità dei dirigenti scolastici. Fratta ha infatti sottolineato l’inadeguatezza dei vigenti istituti contrattuali sulla mobilità, pensati per un concorso regionale ed inappropriatamente applicati al recente concorso nazionale, con tutte le problematiche che ne sono scaturite.

Le successive vicende che portarono al cambio di guardia al Ministero dell’Istruzione, dovuto alle dimissioni del Ministro Fioramonti, e la paralisi del sistema legata all’emergenza epidemiologica impedirono che si desse seguito a quanto promesso.

L’odierna disponibilità della Funzione Pubblica a metter mano alla contrattazione collettiva, con la necessaria emanazione dei relativi atti d’indirizzo, fa ben sperare circa la possibilità di addivenire ad una revisione globale dell’attuale CCNL area Istruzione e Ricerca, perché molteplici sono le questioni da affrontare, per le quali DIRIGENTISCUOLA si batte da tempo con lo specifico scopo di garantire alla categoria dei dirigenti scolastici le stesse prerogative di cui già godono gli altri dirigenti di pari livello.