Emanata in data odierna, dall’Ufficio VI della Direzione generale per il personale scolastico (Dipartimento per il Sistema Educativo di Istruzione e Formazione) la nota prot. 7304, recante indicazioni operative per lo svolgimento delle attività di formazione in servizio dei docenti, nonché delle attività di formazione dei docenti neo immessi in ruolo e dei dirigenti scolastici neoassunti, alla luce delle misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 assunte.

Se ne sintetizzano, di seguito, i punti salienti.

 

Formazione in servizio dei docenti

In attesa del D.M con il quale verranno ripartite tra le istituzioni scolastiche le risorse destinate al potenziamento delle competenze sulle metodologie e tecniche per la didattica a distanza, le scuole polo per la formazione avranno cura di programmare i relativi percorsi formativi, anche in relazione ai bisogni del territorio.

 

Dirigenti scolastici neoassunti

L’attività di accompagnamento di cui all’art. 4 del D.M. 956/2019, qualora non conclusa, dovrà essere realizzata in parte in modalità on-line (minimo 15 ore) e in parte attraverso autoformazione (max 10 ore); potrà riguardare anche le specifiche azioni messe in campo in questo momento di emergenza. Parimenti, anche le attività di formazione di cui all’art. 5 del D.M. 956/2019 dovranno essere organizzate utilizzando strumenti on-line. Ciascun dirigente scolastico compilerà un’autodichiarazione da trasmettere al direttore del corso, relativa al numero di ore effettuate in presenza, on-line e in autoformazione. I dirigenti con funzioni di tutor attesteranno, a loro volta, l’assolvimento degli impegni di tutoring e di accompagnamento formativo. L’attività svolta a distanza in questo periodo di emergenza sarà valida, a tutti gli effetti, ai fini del computo dei 180 giorni di effettivo servizio.

 

 

Docenti neoassunti

Anche per le attività di cui al D.M. 850/2015 saranno individuate modalità di formazione a distanza. Quanto ai laboratori formativi, è suggerita l’organizzazione di due soli eventi, in luogo dei quattro previsti, ferma restando la durata di fruizione totale pari a 12 ore. I laboratori saranno articolati alternando attività in sincrono a momenti di preparazione, studio personale e rielaborazione, con feedback finale. Le scuole polo dovranno assicurare le necessarie infrastrutture tecniche e funzionali.

Per il peer to peer, si suggerisce di effettuare la progettazione-osservazione relativamente alle occasioni di didattica a distanza che ciascun docente sta mettendo in atto.

Per il visiting in scuole innovative, infine, si potrà prendere contatto, in maniera virtuale, con le buone pratiche condivise dalle scuole per far fronte al momento di emergenza, organizzando momenti on-line sincroni ed asincroni con le istituzioni scolastiche individuate dagli USR.

Verranno fornite ulteriori indicazioni in merito alle fasi conclusive della valutazione del periodo di prova dei docenti neo-assunti, per il momento confermate nella configurazione prevista dal D.M. 850/2015.