È stata trasmessa, dal Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione, la nota n. 206 dell’8 febbraio 2021 recante chiarimenti in merito alla valutazione dei master universitari di I e II livello nelle Graduatorie Provinciali per le Supplenze. I titoli validi ai fini dell’inserimento nelle graduatorie di prima e seconda fascia possono essere dichiarati una sola volta per ciascuna graduatoria e, di conseguenza, è prevista la decurtazione del punteggio in caso di ulteriore dichiarazione quali titoli aggiuntivi.

Ciò non riguarda però gli esami o crediti formativi che integrano il titolo di studio valido ai fini dell’insegnamento e che siano stati acquisiti a seguito di frequenza e superamento dell’esame finale di corsi post lauream, quali per l’appunto i master universitari: I titoli accademici, ulteriori rispetto al titolo di accesso  – si specifica nella nota – se dichiarati dall’aspirante, sono comunque oggetto di valutazione, anche qualora contengano i CFU/CFA necessari all’accesso alla classe di concorso, con l’attribuzione all’aspirante, dunque, dei punteggi previsti dalle tabelle, senza alcuna decurtazione.