E’ giunto dal Dipartimento educativo per il sistema di istruzione e formazione un documento recante Indicazioni tecnico operative relativamente al Piano di integrazione degli apprendimenti  ed al Piano di apprendimento individualizzato. Il documento, ancora in bozza, intende fornire chiarimenti in merito all’applicazione dell’Ordinanza del Ministro dell’Istruzione 16 maggio 2020, n. 11, applicativa del Decreto-legge 8 aprile 2020, n. 22, convertito con modificazioni dalla legge 6 giugno 2020, n. 41. A tal proposito, viene evidenziato che le attività concernenti il PIA e PAI devono intendersi attività didattica ordinaria per l’esplicita previsione normativa di cui all’art. 1, c. 2, del D.l. 8 aprile 2020, n. 22.

DIRIGENTISCUOLA ha segnalato all’Amministrazione l’evidente aporia tra la previsione normativa richiamata e quelli che sono i vincoli del  contratto collettivo nazionale di lavoro, laddove prevedono che le attività tecnico-professionali d’insegnamento, nel numero di ore settimanali differenziato per i diversi ordini di scuola, sono definite per l’inizio delle lezioni (il 14 settembre 2020), unitamente alle attività funzionali all’insegnamento codificate, nella loro tipicità, nell’articolo 29 del CCNL Scuola 2006-2009, richiamato dall’articolo 28 del CCNL Istruzione e Ricerca 2016-2018.

E’ stata, pertanto, richiesta un’armonizzazione della suddetta normativa e, con l’occasione, è stato trasmesso al Ministero un documento contenente questioni anche su altre tematiche, altrettanto rilevanti per assicurare un sereno avvio dell’anno scolastico. In particolare:

  • la predisposizione di una sorta di testo unico che sintetizzi le disposizioni sino ad oggi emanate per far fronte all’emergenza epidemiologica;
  • chiarimenti in tema di lavoratori fragili;
  • l’attivazione di una sequenza contrattuale che definisca con chiarezza i diritti e gli obblighi connessi alla didattica integrata.

In allegato il documento trasmesso al Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione.