Si è concluso l’incontro convocato per la data odierna dal Capo Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali,  dr.ssa Giovanna Boda.

Due i punti all’odg: Protocollo sicurezza per gli Esami di Stato  e  Piano Povertà.

Preliminarmente la dr.ssa Boda comunica che il Ministero sta monitorando l’andamento delle vaccinazioni del personale scolastico. Per coloro che lavorano in una Regione diversa da quella di residenza si stanno avviando come avvenuto in Calabria le comunicazioni alle Asl perché accolgano il personale scolastico anche se la tessera sanitaria attiene ad un’altra Regione.

In merito al primo punto all’odg propone l’effettuazione di un giro di tavolo su alcune questioni molto urgenti ed in particolare invita le parti sociali a far pervenire in tempi brevissimi osservazioni e  proposte in materia di protocollo di sicurezza in vista degli Esami di Stato del  primo e del secondo ciclo, assieme ai quesiti da porre al Commissario per l’emergenza, generale Figliuolo, in modo che il CTS possa esprimersi in tempi brevi.

La discussione, quindi,  è stata ricondotta a tre precise aree:

  • Quesiti per il CTS;
  • Quesiti per il commissario Figliuolo;
  • Quesiti sull’impiego delle risorse ( 30 mln di euro)  stanziate dal Decreto Sostegni a favore delle scuole.

Dirigentiscuola si è riservata di far pervenire in tempi brevi proposte e quesiti ma ha colto l’occasione per porre l’accento sulla necessità di dare alle scuole indicazioni chiare. In materia di sicurezza nulla deve essere lasciato alla libera interpretazione o alla discrezionalità anche per non aumentare le già gravose responsabilità dei dirigenti scolastici.

 È stata altresì evidenziata l’urgenza che si chiariscano:

  • I comportamenti da adottare visto che si avrà la contemporanea presenza di personale vaccinato e in attesa di vaccino e del fatto che gli studenti non sono inclusi, al momento, tra le categorie da vaccinare;
  • quale deve essere il distanziamento in posizione statica tra persone che utilizzano la mascherina e quale tra quelli che sono esonerati dall’utilizzo per motivi di salute certificati;
  • specificare una volta per tutte se la mascherina chirurgica è presidio sufficiente o debbano essere utilizzate le FFP2 come invocato da più parti;
  • avere accesso ai dati ufficiali sulla pandemia senza fare ricorso alla diffusione che ne fanno i media.

Per quanto riguarda l’utilizzo dei fondi stanziati per garantire lo svolgimento in sicurezza degli esami, Dirigentiscuola ha chiesto che siano date indicazioni precise sulle spese ammissibili, sui tempi entro cui effettuare la spesa e su eventuale restituzione dei fondi non spesi.

 La dott.ssa Boda in apertura aveva premesso che sarà possibile, dal momento che le mascherine ed il gel sono forniti dal Ministero, impegnare la spesa anche per altri dispositivi di sicurezza come ad esempio l’installazione di sistemi di areazione che meglio garantiscano il ricambio dell’aria e diminuiscono il rischio di diffusione epidemica.  Ha aggiunto che è loro intenzione scrivere in modo generico  dispositivi sanitari per dare possibilità alle scuole di utilizzare i fondi secondo le reali esigenze.

Rispetto al funzionamento dei tavoli nazionale e  regionali, su unanime parere, si chiede che vengano confermati così come il già funzionante help desk.

Tutti i presenti auspicano che tutte le attività didattiche possano svolgersi in presenza ma solo a condizione che la sicurezza sia garantita. Un riferimento è stato fatto anche ai gruppi di alunni disabili e con Bes per i quali le scuole non dispongono di alcun protocollo di sicurezza che invece sarebbe opportuno definire.

Si è quindi concordato di riconvocare il tavolo per il prossimo martedì con l’auspicio di avere già per quella data indicazioni tecniche dal CTS che si insedierà nei prossimi giorni con la presidenza del prof. Locatelli.  Con le indicazioni del CTS si potrà procedere alla definizione del protocollo di sicurezza, snellendo, se possibile,  le incombenze a carico delle scuole.

Nulla si è detto a proposito del 2° punto se non in modo trasversale. Sarà affrontato successivamente.