Si sono appena concluse le assemblee sindacali interregionali indette da DIRIGENTISCUOLA al fine di informare la categoria circa le gravi ricadute che si avrebbero qualora venisse rinviata la rilevazione della rappresentatività sindacale, attualmente prevista per il 31 dicembre c.a.

La partecipazione massiva e l’ampio consenso manifestato nei confronti dell’iniziativa, sia da parte dei soci che dei non soci, è indice della graduale presa di coscienza da parte della dirigenza scolastica, ormai stanca di essere gravata di un carico spropositato di responsabilità senza il giusto riconoscimento in termini professionali ed economici. Riconoscimento che tarda ad arrivare soprattutto a causa della condotta ostruzionistica e, ci sia consentito, della disonestà intellettuale di alcune frange del panorama sindacale.

“Cosa possiamo fare in concreto?”…questa la leitmotivica domanda che ha caratterizzato gli interventi dei più nel corso delle assemblee. Per tutta risposta, DIRIGENTISCUOLA ha deciso di promuovere una serie di azioni a supporto dei colleghi che vogliono manifestare a gran voce la propria indignazione:

 

SOTTOSCRIZIONE LETTERA DI PROTESTA

DIRIGENTISCUOLA ha predisposto l’allegata lettera di protesta, da sottoscrivere attraverso il seguente Google Form:

 

https://forms.gle/KSKg2aQVtNUQNpzy6

 

Il modulo accetterà risposte sino alle ore 13.00 di mercoledì 2 dicembre.

 

Al termine della sottoscrizione, DIRIGENTISCUOLA provvederà a trasmettere il documento a tutti i destinatari in epigrafe.

 

 

TRASMISSIONE DELLA LETTERA DA PARTE DEI SINGOLI

DIRIGENTISCUOLA, oltre alla trasmissione della lettera con le relative sottoscrizioni raccolte, invita caldamente la categoria ad inviare autonomamente il documento ai competenti organi istituzionali, utilizzando gli indirizzi mail indicati.

Solo attraverso un tenace e costante pressing riusciremo, uniti, a raggiungere l’obiettivo perseguito: la attesa riapertura dei tavoli contrattuali che, qualora venisse rinviata la rilevazione della rappresentatività, verrebbe differita sine die.