Si è tenuta in data 29 giugno la riunione di informativa all’USR Piemonte avente per oggetto la mobilità dei dirigenti scolastici. Presenti per l’amministrazione il vice direttore dr. Bordonaro e la dr.ssa Noto. Il dr. Bordonaro ha comunicato che il Direttore Generale concederà l’assenso alla mobilità in uscita a tutti i dirigenti che ne hanno fatto richiesta, anche a coloro che non sono in scadenza di contratto. Le domande di interregionalità in uscita ammontano a  65, di cui 29 con L 104,  11 con 104/92 senza connotazione di gravità e 18 con connotazione di gravità, 3 dirigenti hanno motivato la richiesta con motivi di salute generici, altri  33 hanno motivato con esigenze familiari. Grande apprezzamento è stato dimostrato dall’USR per l’impegno e la professionalità dei dirigenti tutti, in particolare per coloro che sono lontani dalle famiglie e hanno affrontato situazioni molto difficili in periodo di pandemia. Il  Direttore ha dimostrato grande  sensibilità in quanto ha ritenuto opportuno tenere presenti sia le esigenze di salute sia le esigenze  familiari dei dirigenti, come richiesto e auspicato dalla Dirigentiscuola, anche se   secondo il CCNL 2016/18 dell’Area Istruzione e Ricerca  i criteri dovevano essere stabiliti a livello centrale dal Ministero, cosa che avrebbe evitato comportamenti disomogenei dei diversi uffici scolastici regionali. In Piemonte verranno costituiti due elenchi, in ordine di priorità, nel primo  saranno inseriti i   dirigenti con L.104/92, nel secondo  i dirigenti che non hanno la L.104/92 ma TUTTI avranno l’assenso in uscita, il limite è quello dei posti delle regioni di “arrivo”.

 

Conferimento di incarichi per ristrutturazione o dimensionamento

Sono pervenute quattro richieste a fronte di tre posti per cui tre verranno accontentati con le richieste relative alle istituzioni dimendionate,  il quarto dirigente verrà accontentato comunque con una delle sedi richieste (Biella).

 

Conferimento di incarichi per scadenza di contratto

I dirigenti in scadenza di contratto sono 89, di questi 79 hanno richiesto la conferma, 9 hanno chiesto un nuovo incarico, 1 ha chiesto la mobilità interregionale; 3 sono le richieste di rientro da particolari situazioni di stato, rientro che dovrebbe avvenire a gennaio 2022.

 

Mutamento d’incarico

Sono pervenute 22 domande di dirigenti tra cui vi sono anche le domande di nuovi dirigenti non in scadenza di contratto. Il dr. Bordonaro comunica i criteri che l’USR ha individuato:

1)     Anzianità di servizio sulla stessa scuola, chi è da più tempo su una sede ha la priorità nel mutamento,

2)     In subordine, a parità di servizio sulla stessa sede verrà presa in considerazione l’anzianità di servizio come dirigente;

3)     Nel caso in cui anche con il secondo criterio venga riscontrata una parità di condizioni, verranno contemperate le esigenze dell’amministrazione con le aspirazioni del singolo tenendo presente il curriculum e le competenze maturate dal dirigente.

Sono pervenute richieste per sedi i cui dirigenti hanno presentato  domanda  di mobilità interregionale per cui tali sedi verranno assegnate nel caso in cui si verificherà effettivamente lo spostamento in altra regione.