Lunedì 14 giugno l’USR Lombardia ha convocato i sindacati per una riunione durante la quale ha fornito alcune informazioni relative alla mobilità dei Dirigenti Scolastici per l’a.s. 2021/22.

La Nota dell’USR Lombardia ( Prot. 11699 del 15/06/29021), pubblicata dopo l’incontro, riprende la nota ministeriale prot. n. 17877 del 9 giugno 2021, con la quale  il Ministero dell’Istruzione ha fornito le indicazioni relative ai criteri e alle modalità di attribuzione degli incarichi ai dirigenti scolastici con decorrenza dal 1.09.2021, distinguendo tra conferme, mutamenti e mobilità interregionale.

La Nota dell’USR Lombardia sottolinea che la materia è assoggettata alla disciplina generale prevista dagli artt. 19 e 25 del D.Lgs. 165/2001, nel rispetto della disciplina specifica di settore contenuta negli artt. 11, 13 e 20 del CCNL dell’Area V dell’11.04.2006, negli artt. 7 e 9 del CCNL dell’Area V, sottoscritto il 15.07.2010, e nell’art.53 del CCNL Area Dirigenziale Istruzione e Ricerca sottoscritto in data 08.07.2019.

Nelle operazioni legate alla mobilità, pertanto, il Direttore Generale si atterrà ai criteri normativi e contrattuali sopra richiamati e  terrà in debita considerazione la disciplina prevista dalla Legge n. 104/1992.

Come premessa  alle operazioni di mobilità, la Nota esplicita quanto segue:

  1. l’articolo 4, comma 5, del DM 27 agosto 2015, n. 635 – attuativo dell’articolo 1, comma 92, della legge n. 107/2015 – stabilisce che “i destinatari di incarico a tempo indeterminato a seguito della procedura di cui al presente decreto, sono obbligati a permanere nella regione assegnata per almeno un triennio”;
  2. l’articolo 15, comma 5, del DDG 23 novembre 2017, n. 1259, prevede che “i dirigenti scolastici assunti a seguito della procedura concorsuale definita dal presente bando sono tenuti alla permanenza in servizio nella regione di iniziale assegnazione per un periodo pari alla durata minima dell’incarico dirigenziale previsto dalla normativa vigente”.

Le domande per la mobilità regionale sono disponibili nella piattaforma Dirigenti Scolastici Lombardia, mentre il Modello 8, da utilizzare per la mobilità interregionale è allegato alla Nota.

I dirigenti in servizio sulle sedi  normodimensionate ai sensi della L. 178/2020 potranno rimanere in queste scuole; non sono obbligati a chiedere il mutamento.

Alla Nota viene allegato il prospetto di tutte le sedi scolastiche della Lombardia, con le indicazioni se trattasi di sedi libere o con incarichi in scadenza.

Per quanto riguarda la mobilità interregionale, il Direttore Generale comunica che concederà il nullaosta ai Dirigenti che presentano motivazioni salvaguardate dalla normativa, o particolarmente gravi.