È stata trasmessa, dal Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione, la nota prot. n. 722 del 12.05.2021 recante in oggetto Piano nazionale per la scuola digitale (PNSD). Misure di attuazione per l’anno 2021. Decreto del Ministro dell’istruzione 30 aprile 2021, n. 147.

 

La nota, nel comunicare la destinazione delle risorse del Piano nazionale per la scuola digitale per l’anno 2021 (per un totale di circa 101 milioni di euro), illustra le azioni più rilevanti da porre in essere, sempre previa valutazione da parte delle istituzioni scolastiche nell’ambito dell’autonomia di ricerca alle stesse riconosciuta:

 

  1. Realizzazione di spazi laboratoriali e strumenti digitali per le STEM, con un investimento complessivo di 51,7 milioni di euro (data pubblicazione avviso per candidature: 13 maggio 2021).
  2. Potenziamento competenze digitali STEAM (ovvero le STEM con l’addenda della dimensione creativa propria delle arti), con una dotazione finanziaria di 4,1 milioni di euro (data pubblicazione avviso per candidature: 13 maggio 2021).
  3. Azione #28 del PNSD, con l’assegnazione di 1,000,00 euro a favore di ciascuna istituzione scolastica, da utilizzare nell’a.s. 2021/2022 con il supporto dell’animatore digitale per la realizzazione di attività di formazione e l’adozione di soluzioni digitali innovative.
  4. Premio scuola digitale per l’a.s. 2021/2022, alla sua quarta edizione, per favorire la dimensione della scuola “crocevia dell’innovazione” del territorio.
  5. Percorsi formativi per il personale scolastico, destinati a docenti sull’insegnamento delle STEM con le nuove tecnologie; ulteriori iniziative formative, rivolte agli animatori digitali ed ai docenti del team per l’innovazione, saranno organizzate a valere sul PON “Per la Scuola” 2014-2020.
  6. Spunti per possibili approfondimenti pedagogico didattici, in cui si elencano, a titolo esemplificativo, le possibili modalità di applicazione delle misure suindicate, richiamando ancora una volta l’esercizio dell’autonomia di ricerca delle istituzioni scolastiche, da attuarsi in relazione al contesto di apprendimento.
  7. Il digitale “amplificatore” di apprendimento, passaggio, questo, in cui la nota ministeriale evidenzia come il PNSD 2021 si apra ai nuovi scenari derivanti dall’accelerazione, prodotta dalla pandemia, dei processi di innovazione di insegnamento ed apprendimento.

 

Per ulteriori approfondimenti si rinvia alla nota in allegato.