Per la prima volta in Italia viene affrontato seriamente il problema del burnout dei Dirigenti Scolastici: un problema da sempre sottovalutato, ma sul quale, in tempo di incalzante pandemia e di soverchianti pressioni sociali e burocratiche non si può più tacere;  anche prima del diffondersi della pandemia, la quotidianità lavorativa dei DS comportava un carico di responsabilità che poche professioni si trovano a dover affrontare e che, certamente, hanno indotto molti neo-dirigenti ad interrogarsi sull’opportunità di mantenere un incarico seppur tanto faticosamente conquistato: le percentuali di vincitori di concorso dirigenziale che hanno scelto di ritornare in cattedra non sono mai state così elevate.

Il nostro approccio al problema è di tipo scientifico, basandoci sui tradizionali “strumenti di lavoro” della psicodiagnosi e calibrandoli, al tempo stesso, sul particolare campo d’azione del Dirigente. I risultati attesi saranno in grado di rivelarci OGGETTIVAMENTE, in quale stato lavorino oggi i DS da un punto di vista psicofisico. L’adesione al progetto, è anonima, aperta a tutti i dirigenti scolastici (soci e non soci), gratuita e non comporta nessun impegno da parte degli aderenti. Il progetto e gli strumenti scientifici utilizzati saranno illustrati ai partecipanti in un incontro da remoto. Particolarmente in questo periodo, in vista della ripresa delle trattative per il rinnovo del CCNL e del tavolo sulla semplificazione, promesso dal nuovo Ministro, per l’eliminazione delle molestie burocratiche è importante evidenziare le condizioni in cui versa la categoria e l’enorme   carico di lavoro cui è sottoposta. Il ministro per la Pubblica Amministrazione ha già convocato le confederazioni, i tempi sono maturi.  Per aderire è sufficiente compilare il google form.

 

Link per adesione

http://bit.ly/PreadesioneDirigenti

In allegato:

locandina

video illustrativo