Come da convocazione, con circa un’ora di ritardo, è iniziato l’incontro inerente la certificazione dei contributi previdenziali.

A rappresentare DIRIGENTISCUOLA il Segretario Generale, Attilio Fratta, e il Segretario della Toscana, Roberto Mugnai.

Oltre al Capo di Gabinetto erano presenti il direttore generale e dirigenti dell’INPS.

Allo stato ci sono ben 4580 pratiche da controllare, ossia il 10,99% delle istanze di pensionamento. Lo scorso anno erano il 15,72%! Questi i dati del Miur e dell’INPS. Delle 4580  pratiche l’INPS  ha assicurato che almeno 500 saranno “recuperare”.  Critico e  pesante l’intervento di DIRIGENTISCUOLA. 

In attesa dei controlli tutte le OO.SS. hanno sollecitato una rapida soluzione del problema, ossia controlli in tempi rapidi e comunque prima dell’inizio delle lezioni, delle pratiche ancora nel limbo, chiedendo anche provvedimenti provvisori, in attesa di verifiche e accertamenti, sia per tranquillizzare gli interessati che hanno il diritto di sapere se potranno andare in pensione o tornare a scuola a settembre, che le famiglie, gli alunni e gli aspiranti docenti e non che aspettano di essere assunti.

“Non ci appassionano le statistiche – ha chiosato Fratta – Per noi  ci sono 4580 persone e non pratiche che non sanno se andranno in pensione e altrettanti  posti che possono  essere disponibili per nuove assunzioni.  Migliaia di  famiglie che non sanno se a settembre i loro figli ritroveranno i loro docenti o dei nuovi, oppure dei supplenti.  Continuiamo a parlare di percentuali, di pratiche irregolari, di certificazioni che non si trovano, ecc… e mai di responsabilità e responsabili. Ci consoliamo che la percentuale è scesa di fronte allo scorso anno.  Bisogna  individuare i responsabili e, chiunque siano, sanzionarli in base alle loro responsabilità . Questo dovrebbe essere il Governo del cambiamento? Ebbene incominci a cambiare vecchi e consolidati comportamenti. Se ci sono persone che non hanno fatto il loro dovere, creando disguidi agli interessati, alle famiglie e agli alunni,  è magra consolazione apprendere  che la percentuale è scesa”

Il neo Capo di Gabinetto per ben due volte ha dato ragione alla DIRIGENTISCUOLA!

L’incontro si è concluso con l’impegno sia del Ministero che dell’INPS  di lavorare fino al 31 agosto per cercare di ridurre al minimo il disagio….che comunque rimane e che non dovrebbe esserci!