Sui Dirigenti Scolastici cade un ulteriore adempimento non preannunciato dal Miur.

Nell’incontro sulla semplificazione  che si è tenuto il 9 marzo presso il MIUR, nel salone dei ministri, DIRIGENTISCUOLA si è fatto  portavoce della categoria e ha protestato contro questo continuo susseguirsi di impegni che si accavallano costringendo i Dirigenti a ritmi di lavoro impossibili.  Allo scopo di agevolare il lavoro dei colleghi si fornisce un quadro sintetico degli adempimenti.

  Con la determinazione 12 febbraio 2018, n. 36, l’AGID ha fornito le indicazioni in merito alla riorganizzazione del dominio .gov.it indicando anche a quali amministrazioni esso è riservato, così come previsto dal Piano Triennale per l’informatica nella PA 2017/2019. Le istituzioni scolastiche dovranno dotarsi del dominio .edu.it.

ADEMPIMENTI E SCADENZE

  • Le scuole potranno mantenere il dominio .gov.it fino al 30 giugno 2018, dopo  questa scadenza l’AGID garantirà alle scuole il mantenimento provvisorio del dominio .gov.it fino al 31 dicembre 2018 attraverso un servizio di “redirect” sul dominio scelto e registrato. In questo modo gli utenti potranno accedere al nuovo dominio anche attraverso il vecchio indirizzo. In caso di effettiva necessità il servizio potrà essere prorogato fino e non oltre l’11 febbraio 2019.
  • A far data da 30 gg. solari a partire  dalla pubblicazione della determinazione l’AGID non provvede a registrare ulteriormente alcun dominio .gov.it a meno che non si tratti delle amministrazioni previste dalla citata determinazione (punto 2. 3).
  • Le scuole potranno mantenere il dominio .gov.it fino alla naturale scadenza del loro contratto di canone con il proprio gestore, anche nel caso in cui questo superi la scadenza del 30 giugno 2018. Ad ogni buon conto entro tale data l’AGID, MIUR e TEAM per la trasformazione digitale definiranno un percorso di accompagnamento per garantire una migliore riconoscibilità e uniformità oltre a un percorso di convergenza.