E’ stata pubblicata la tanto attesa nota sulla valutazione nella scuola primaria, in attuazione dell’articolo 1, comma 2-bis del decreto legge 22/2010, il quale prevede che dall’anno scolastico 2020/2021, la valutazione finale degli apprendimenti degli alunni delle classi della scuola primaria, per ciascuna delle discipline di studio previste dalle indicazioni nazionali per il curricolo è espressa attraverso un giudizio descrittivo riportato nel documento di valutazione e riferito a differenti livelli di apprendimento, secondo termini e modalità definiti con ordinanza del Ministro dell’istruzione.  La nota non contiene indicazioni sulle nuove modalità di valutazione ma si limita a comunicare che è stato costituito un gruppo di lavoro presso il dipartimento e nelle more delle indicazioni e dell’accompagnamento, la valutazione continuerà a svolgersi secondo le modalità previste dal Dlgs 62/2017 e i criteri deliberati dai collegi dei docenti. Invariata è la valutazione intermedia, leggasi voti in decimi, come pure la valutazione del comportamento, l’IRC e l’alternativa in quanto l ’articolo 1, comma 2-bis del decreto legge 22/2010 nulla dispone in merito alla valutazione intermedia ma tratta solo della valutazione finale.

Documenti correlati:

  • Nota M.I. valutazione scuola primaria