In data odierna alle ore 15.30  le OO.SS. rappresentative saranno collegate, in audizione, con il Comitato tecnico scientifico, su richiesta del Capo dipartimento, Dr.ssa Giovanna Boda.

Nel corso dell’incontro del 7 u.s.  con la ministra Azzolina, i due Capi dipartimento e il Capo di Gabinetto, l’Amministrazione annunciò l’invio delle bozze inerenti i  provvedimenti da adottare per mettere in sicurezza le scuole  per poter assicurare gli esami di stato in presenza e in vista del prossimo anno scolastico.

Nonostante la Dr.ssa Boda avesse raccomandato e pregato “di mantenere la massima riservatezza sul materiale fino all’elaborazione definitiva perché qualsiasi anticipazione parziale di tematiche così sensibili, potrebbe generare allarmismo”  il contenuto delle bozze è stato ampiamente pubblicizzato su siti e giornali delle OO.SS. creando il previsto e scongiurato allarmismo.   Immediatamente i comunicati sono rimbalzati su tutte le chat  creando panico, preoccupazioni, agitazioni e allarmismi che si potevano  tranquillamente evitare.

DIRIGENTISCUOLA ha denunciato l’operazione di basso cabotaggio.

Un atto di pura incoscienza in un momento in cui doveva prevalere il buon senso. Sconcertante poi leggere commenti e prese di posizione difformi da quelle rappresentate durante l’incontro.

Questo spiega il perché l’amministrazione preferisce rischiare denunce per condotte antisindacali piuttosto che inviare le bozze dei provvedimenti ancora in elaborazione. Un altro dei malcostumi denunciati da DIRIGENTISCUOLA e ai quali bisognerà porre fine.

L’obiettivo dell’Amministrazione non era certamente quello di creare allarmismo, bensì consentire alle OO.SS.  di dare il loro contributo comunicando eventuali criticità e rispondendo ai numerosi quesiti posti dal C.T.S.

DIRIGENTISCUOLA ha costituito un’ équipe di esperti che, lavorando alacremente, ha elaborato ben quattro documenti che sono stati inviati alla Dr.ssa Boda  e che saranno oggetto di discussione in audizione.

Nei prossimi giorni l’Amministrazione, acquisiti i pareri e le proposte delle OO.SS. e le conclusioni del C.T.S.,  diramerà i testi definitivi dei provvedimenti. 

L’obiettivo dell’Amministrazione è noto: colloquio degli esami di Stato in presenza…ma solo se le condizioni lo permetteranno, ovvero se le scuole saranno sicure, se saranno adottate in tempo tutte le misure necessarie per prevenire contagi e se  sui dirigenti non ricadrà alcuna responsabilità per inadempienze altrui, come spesso succede!   Anche su questo fronte DIRIGENTISCUOLA  ha fatto responsabilmente  il suo dovere ponendo alla ministra Azzolina, in una lettera-denuncia, dettagliati interrogativi ai quali oggi si dovranno dare delle risposte.