DIRIGENTISCUOLA ha inviato, in data odierna, una lettera alla Ministra dell’Istruzione, on. Azzolina, rappresentando, per l’ennesima volta, le problematiche inerenti le scuole sottodimensionate, private da anni di un dirigente a causa della scelerata scelta politica di far quadrare i conti a danno di un servizio pubblico essenziale. Le scuole, sebbene sia superfluo ribadirlo, erogano un servizio fondamentale; curarne la qualità vuol dire sicuramente tutelare al meglio quel diritto soggettivo all’istruzione tanto caro ai nostri Costituenti, ma spesso trascurato dalla politica in tempi più recenti.

Poco più di due settimane fa era pervenuto per conoscenza alla Ministra analogo sollecito, in occasione di una lettera inviata al Presidente Conte nella quale si metteva in evidenza la possibilità di intervenire, in via d’urgenza, anche attraverso lo strumento regolamentare. Si auspica che quest’ennesimo intervento di DIRIGENTISCUOLA possa finalmente cominciare a sensibilizzare l’amministrazione su un problema fortemente sentito dai dirigenti scolastici, in primis, ma anche dall’intera opinione pubblica, soprattutto in vista dell’autunno caldo che ci attende.