Facendo seguito all’incontro tenutosi in videoconferenza il 4 giugno u.s., alla presenza del Presidente del Consiglio, prof. Giuseppe Conte, DIRIGENTISCUOLA ha formalizzato la propria richiesta, già avanzata in quella sede, circa la necessità di assicurare un dirigente a tutte le scuole, comprese quelle sottodimensionate. Ciò si rende necessario, nell’immediato, per garantire una gestione adeguata della nuova impalcatura organizzativa dettata dalla coesistenza dei sistemi di didattica in presenza e didattica a distanza. Non solo: DIRIGENTISCUOLA chiede altresì che, superata l’emergenza, si metta mano ad un più organico disegno di legge che possa rivedere gli odierni parametri, nell’ottica di un’ottimizzazione nell’erogazione del servizio scolastico.

Tra le proposte, quella di intervenire urgentemente in via regolamentare, per far fronte all’emergenza già da settembre 2020 e, successivamente, di provvedere a modifiche normative più strutturali, tali da condurre a razionalità l’attuale consistenza delle istituzioni scolastiche.

Una valida soluzione sarebbe senz’altro quella di determinare gli organici dei dirigenti a livello regionale sulla base di una media che faccia riferimento al dato complessivo della popolazione scolastica, demandando alle regioni il compito di assegnare i dirigenti alle varie istituzioni e consentendo anche lievi oscillazioni dai parametri normativi, per soddisfare esigenze legate alle singole realtà locali.

La copertura degli ulteriori posti che, così, si verrebbero a creare in organico, sarebbe garantita dallo scorrimento della graduatoria di merito del recente concorso per dirigente scolastico, a vantaggio di coloro i quali sono legittimamente in attesa di incarico dopo l’impegno profuso per il superamento delle prove concorsuali.

In allegato il documento inviato al Presidente Conte.