E’ giunta convocazione, da parte dell’Ufficio di Gabinetto del Ministero dell’Istruzione, per un incontro con le OO.SS. rappresentative dell’area e del comparto Istruzione e Ricerca che si svolgerà in modalità telematica domani, 16 luglio, e sarà presieduto dall’On. Ministra.

Accogliamo con vivo senso di soddisfazione la notizia di quest’importante appuntamento, giunto a seguito di un ostinato pressing da parte di DIRIGENTISCUOLA che non ha perso occasione, nelle ultime due settimane, per sollecitare continuamente un incontro con la Ministra su una serie di problematiche di estrema urgenza. Oltre alle questioni legate all’incapienza del FUN, che anche grazie ai nostri solleciti ha portato alla presentazione di un emendamento in sede di conversione di legge del decreto rilancio per mettere a disposizione 13 milioni di euro nelle regioni in sofferenza, ricordiamo che necessita di una rapida soluzione il problema della mancata valutazione dei dirigenti scolastici, vista la palese nullità dell’accordo siglato il 7 luglio u.s. che ha portato DIRIGENTISCUOLA a diffidare il D.G. per gli ordinamento scolastici per condotta antidinsacale.

Non certo ultima, la fondamentale questione della definizione dei criteri per l’assegnazione dei nuovi incarichi ai dirigenti scolastici a partire dal prossimo settembre, portata all’attenzione della Ministra in una delle tante missive recentemente inviate per sollecitare l’organizzazione di un incontro. La situazione di stallo che si è venuta a creare rischia di determinare forti ritardi nell’assegnazione delle sedi, ritardi che potrebbero avere inevitabili cadute sull’avvio del prossimo anno scolastico, a maggior ragione se si pensa alle difficoltà organizzative che i nuovi dirigenti si troveranno a dover affrontare.

Non a caso, l’incontro di domani avrà ad oggetto proprio l’avvio del nuovo anno scolastico ed il Protocollo sulla sicurezza. Nell’occasione, DIRIGENTISCUOLA non mancherà di prospettare alla Ministra l’urgenza di dare tempestiva definizione a tutte le questioni ancora pendenti.